Il progetto 16oremics Abilitazioni attrezzature di lavoro per il cantiere edile e stradale del Formedil (Ente nazionale per l’addestramento professionale nell’edilizia) è stato riconosciuto equivalente alla formazione prevista dall’accordo Stato-Regioni del febbraio 2012  ed è dunque prassi. Ad annunciarlo è stato Michele Candreva, coordinatore della direzione generale delle relazioni industriali e dei rapporti di lavoro presso il Ministero del Lavoro e padre della normativa tecnica sulle attrezzature del lavoro, nel corso del seminario nazionale delle scuole edili sull’argomento tenutosi a Catania presso la sede della Scuola edile.
“Come già accaduto con il più ampio progetto strutturale delle 16oremics, i corsi relativi all’abilitazione attrezzature di lavoro per il cantiere edile e stradale, messi in campo dalle Scuole edili sull’intero territorio nazionale, sono stati inseriti in una norma di legge” ha dichiarato Massimo Calzoni, presidente del Formedil, l’Ente nazionale per l’addestramento professionale nell’edilizia.
“Quello di oggi è il punto di arrivo di un percorso all’insegna dell’impegno strutturato e sistematico per promuovere la sicurezza nei cantieri iniziato nel 2008 con la nascita del progetto 16oremics e giunto ora a questo secondo importante riconoscimento ufficiale. Un riconoscimento al quale il Ministero è arrivato dopo una serie di verifiche puntuali. Questo ci spingerà a proseguire nel rafforzamento del sistema bilaterale della formazione, che con le 16 ore sta offrendo un contributo fondamentale in un momento quanto mai difficile per l’industria italiana delle costruzioni, nella quale aumentano i timori per un maggiore ricorso al lavoro irregolare che produce un abbassamento della qualità del costruire e un aumento del rischio di incidenti nei cantieri” ha aggiunto Calzoni.
Grande soddisfazione è stata espressa anche dal vice presidente dell’Ente bilaterale, Piero Leonesio, in rappresentanza delle organizzazioni sindacali dei lavoratori edili. “L’aver richiamato in modo esplicito la conformità del progetto Formedil all’accordo Stato – Regioni da parte del ministero conferma il ruolo determinante della formazione del sistema paritetico, che rappresenta ormai un importante riferimento per il mondo del lavoro in generale. Si tratta di un’azione formativa unitaria nazionale che ha consentito a oltre 10.000 lavoratori di formarsi nel solo 2012 presso le nostre Scuole edili territoriali su attrezzature quali gru, macchine movimento terra, piattaforme di lavoro elevabili e muletti”.

E’ possibile scaricare dall’area privata del sito Formedil,  sezione materiali e documenti il quesito formulato dal Formedil al Ministero del Lavoro con nota del 10 ottobre 2012 con relativo documento tecnico e nota di risposta del Ministero del lavoro.
Sullo stesso sito è disponibile l’intervista dell’Ing. Candreva rilasciata in occasione del seminario nazionale di Catania il giorno 14 dicembre 2012.

 
 
 
 
 

powered by YoYo comunicazione